Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Mag
29
mer
Trans-migrazioni. Lavoro, sfruttamento e violenza di genere nei mercati globali del sesso.
Mag 29@18:30–20:00
Trans-migrazioni. Lavoro, sfruttamento e violenza di genere nei mercati globali del sesso.

Mercoledì 29 maggio 2019

ore 18.30

Presentazione di

Trans-migrazioni.

Lavoro, sfruttamento e violenza di genere nei mercati globali del sesso

di

Emanuela Abbatecola

sarà presente l’autrice

Introducono

Luca Trappolin

Margherita Stocco

Negli ultimi anni, i discorsi intorno allo sfruttamento delle donne migranti nei mercati del sesso sembrano essersi cristallizzati nella contrapposizione tra le retoriche antitrafficking, da un lato, e quelle prosex work, dall’altro. Questo scontro non permette di cogliere la porosità dei confini tra coercizione e autodeterminazione che molto spesso convivono nello sfruttamento, così come le combinazioni e le geometrie non sempre lineari tra libertà di esercitare e libertà di scegliere, nelle quali le diseguaglianze sociali giocano un ruolo di rilievo disegnando traiettorie e opportunità. Ma l’aspetto forse più critico è che concentrarsi sulla contrapposizione tra chi ritiene che le migranti sfruttate dalle reti criminali siano solo vittime e chi invece sottolinea la loro agency, rischia di distrarre dalle contraddizioni del sistema. In quale tipo di mercato queste migranti esperiscono la loro attività? Come sì configura la loro vita lavorativa? Quali sono le ricadute sulla “salute? A quali forme di violenze sono sottoposte? E, infine, lo sfruttamento delle migranti nei mercati del sesso – riduttivamente indicato solo come violazione dei diritti umani – non è forse una delle modalità nella quale si esprime quella stessa violenza di genere che attraversa, almeno in potenza, le biografie di tutte le donne? In questo saggio, l’autrice cerca di rispondere a questi e ad altri interrogativi. L’analisi di un corposo materiale di ricerca sullo sfruttamento delle donne migranti (cisgender e trans) in quattro mercati del sesso occidentali, diventa così un’occasione per superare le contrapposizioni e per riflettere su alcune grammatiche di genere che attraversano le nostre società.

Emanuela Abbatecola, docente di Sociologia del Lavoro, Fondamenti e Organizzazione del Servizio Sociale e Introduzione agli studi di genere presso l’Università di Genova. Collabora con il Centro Studi Medì e la rivista Mondi migranti, e dirige AG AboutGender, rivista internazionale di studi di genere da lei cofondata. Sul tema dello sfruttamento delle migranti nei mercati del sesso ha scritto tra l’altro Donne al margine (2005) e L’altra donna (2006). Per Rosenberg & Sellier ha di recente pubblicato, con Luisa Stagi, Pink is the new black. Stereotipi di genere nella scuola dell’infanzia (2017).

Margherita Stocco, laureata in Scienze sociologiche all’Università degli Studi di Padova. E’ autrice di una ricerca sui clienti di prostitute in Italia.

Luca Trappolin è ricercatore in Sociologia nel Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia applicata (FISPPA) dell’Università degli Studi di Padova, dove è tra i membri fondatori del laboratorio di ricerca “Globalizzazione, Identità e Pluralismo culturale”. Insegna Sociologia dei processi culturali e Sociologia politica. E’ membro dell’editorial board della rivista internazionale About Gender. Tra i promotori italiani della sociologia dell’omosessualità, ha firmato e curato diverse pubblicazioni nazionali e internazionali sulle trasformazioni delle identità di genere e di orientamento sessuale, sulla costruzione sociale dei corpi e sulle lotte per il riconoscimento. Recentemente ha pubblicato con Angela Tiano il testo Diventare genitori, diventare famiglia. Madri lesbiche e padri gay in Italia tra innovazione e desiderio di normalità (Wolters Kluwer Italia, 2019), e con Paolo Gusmeroli Raccontare l’omofobia in Italia. Genesi e sviluppo di una parola chiave (Rosenberg & Sellier, 2019).