Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Apr
30
mar
Reincantare il mondo
Apr 30@17:30–19:00
Reincantare il mondo

Martedì 30 aprile alle 17:30

Reincantare il mondo

Femminismo e politica dei commons

di Silvia Federici

Saranno presenti l’autrice e la curatrice Anna Curcio

Introduce Ilaria Durigon

Lìbrati vi aspetta martedì 30 aprile alle 17:30 per la presentazione di Reincantare il mondo. Femminismo e politica dei commons, il nuovo libro di Silvia Federici. La prefazione e il volume sono a cura di Anna Curcio.

Saranno presenti l’autrice, Silvia Federici e la curatrice Anna Curcio. Introduce Ilaria Durigon.

Dalla quarta di copertina:

Il volume raccoglie i contributi di oltre vent’anni di riflessione e impegno militante che Silvia Federici ha dedicato ai temi dell’accumulazione capitalista, del lavoro riproduttivo e delle lotte per i commons. Dagli anni della militanza in “Midnight Notes” e delle battaglie contro la globalizzazione fino al suo più recente impegno nel movimento Ni Una Menos, passando per l’esperienza di Occupy e delle insorgenze arabe, un filo rosso unisce i saggi qui raccolti: la critica ai rapporti sociali capitalistici, esercitata attraverso un continuo corpo a corpo con Marx e il vasto dibattito sui commons, che l’autrice ha il merito di estendere alle attività che riguardano la riproduzione della vita quotidiana e della forza lavoro, ancora prevalentemente svolte dalle donne. Tra Africa, America Latina, Stati Uniti ed Europa i testi offrono un prezioso spaccato sulle sfide politiche del presente, sull’emergere di un nuovo movimento femminista e, più in generale, sulla profondità storica e geografica delle trasformazioni sociali e produttive, a cominciare dalla crisi e dal regime del debito. Il libro si rivela uno strumento prezioso non solo per “comprendere” il mondo, ma anche per “reincantarlo”, ovvero per “reinventare la vita”, imparando a riconoscere una logica diversa da quella dello sviluppo capitalista e costruire società fondate sull’uso comune delle ricchezze naturali e prodotte. “Questo aspetto della politica dei commons – scrive Federici nella sua introduzione – è da anni al centro del mio interesse perché sono convinta che la costruzione di forme più cooperative di riproduzione sia la condizione non solo per una ‘vita degna di essere vissuta’, ma anche per poter resistere all’avanzare dei rapporti capitalistici e creare una società non subordinata alla logica del profitto e del mercato”.

Silvia Federici, ha insegnato all’Università di Port Harcourt in Nigeria, ed è stata Professore Associato e poi Ordinario di Filosofia politica e Studi Internazionali al New College dell’Hofstra University (NY). Cofondatrice del Collettivo internazionale femminista e del Comitato per la libertà accademica in Africa, nel 1995 ha cofondato la Radical Philosophy Association, progetto contro la pena di morte. Tra le sue pubblicazioni: Calibano e la strega. Le donne, il corpo e l’accumulazione originaria (Mimesis, 2015) e Il punto zero della rivoluzione. Lavoro domestico, riproduzione e lotta femminista (ombre corte, 2014).

Anna Curcio è ricercatrice precaria e dottore di ricerca in sociologia. Fa parte dell’esperienza di UniNomade e del collettivo transnazionale edu-factory. Tra le sue pubblicazioni: La paura dei movimenti (Rubbettino, 2006). Ha curato il volume Comune, comunità, comunismo. Teorie e pratiche dentro e oltre la crisi (ombre corte, 2011).