Emily Dickinson, La mia lettera al mondo

Sabato 28 marzo 2020

ore 17.30

Emily Dickinson

La mia lettera al mondo

(Interno poesia)

sarà presente il curatore

Andrea Sirotti

Introduce

Ilaria Durigon

L’amata e universalmente riconosciuta Emily Dickinson pubblicata in un’edizione che riunisce il meglio della vasta produzione poetica della celebre poetessa americana. La mia lettera al mondo, antologia con testi a fronte tradotti e curati da Andrea Sirotti, offre uno sguardo inedito sulla scrittura e i grandi temi dickinsoniani: l’amore, la morte, il silenzio, la natura, l’altro, l’America, il mondo letterario. Come osserva lo stesso Sirotti nella prefazione, tale inedita traduzione “aspira a farsi portatrice di una fedeltà, ma non al significato e nemmeno alla forma, quanto piuttosto all’assertività e all’autorevolezza di una voce poetica unica”.

Andrea Sirotti è nato a Firenze, dove insegna lingua e letteratura inglese. Si occupa soprattutto di poesia contemporanea femminile e post-coloniale, e fa parte delle redazioni di «Semicerchio», rivista di poesia comparata (http://www.unisi.it/semicerchio/); di «El Ghibli», rivista online di letteratura della migrazione (http://www.el-ghibli.provincia.bologna.it/) e di «Interno Poesia», blog e casa editrice per la promozione della poesia (http://internopoesia.com/). Dal 1999 svolge l’attività di traduttore letterario, soprattutto di poesia e di narrativa postcoloniale. Tra gli autori tradotti Carol Ann Duffy, Sujata Bhatt, Margaret Atwood, Karen Alkalay-Gut, Eavan Boland, Sally Read, Hisham Matar, Hari Kunzru, Lloyd Jones, Alexis Wright, Aatish Taseer e Chimamanda Ngozi Adichie.

Evento organizzato in collaborazione con Irruzioni festival.

Ingresso gratuito.