Parole che cadono…. – pratiche di giustizia femminista

Mercoledì 15 maggio 2019

ore 18.30

Parole che cadono

nel vuoto,

parole che cadono

nel pieno.

Pratiche di giustizia femminista

 

Il gruppo di riflessione e pratica di giustizia femminista di Lìbrati si incontra questa sera per proseguire il percorso intrapreso da gennaio sul tema delle violenze e discriminazioni vissute dalle donne. Il percorso – aperto a tutte le donne – vuole essere una pratica condivisa di narrazione di sè, a partire dalla riflessione su ciò che muove al silenzio e alla parola. Nell’ultimo incontro si è sottolineato come nessuna donna voglia nè sentirsi vittima nè tantomeno essere etichettata come tale.  Che le donne parlino non dipende dal loro essere più o meno vittime, dalla loro incapacità di reagire o dalla loro connaturata passività quanto piuttosto dal calcolo consapevole delle perdite, di ciò che comporta parlare e che spesso significa: solitudine, incomprensione, senso di colpa.

Per questo occorre smantellare la retorica che fa delle donne che subiscono violenze delle vittime da tutelare, e promuovere così una presa di parola che significhi in primo luogo relazione, vero antidoto alla solitudine e autentica pratica politica e di cambiamento. Si è anche sottolineato che perchè le donne parlino occorrono luoghi e tempi di ascolto, sapere che le nostre parole non cadono nel vuoto, ma nel pieno di una condivisione che è trasformazione positiva dell’esperienza.

L’incontro è aperto a tutte le donne.