Dentro c’è una strada per Parigi

Adèle passeggia per le strade del suo quartiere a Parigi, e sembra fragilissima nel suo cappotto sbilenco di lana beige. Ha ottant’anni, e la città si schiude davanti ai suoi occhi come un paesaggio lontano ed estraneo. Il giorno in cui, dopo il secondo ictus, suo marito se n’è andato, Adèle ha pianto, ma soltanto perché si è sentita colpevolmente sollevata. Era diventato irriconoscibile, come «una statua con gli occhi strabuzzati», ha osato confessare a Martha, la giovane donna che vive con una bambina piccola nell’appartamento affianco al suo. Fino a qualche tempo fa Martha divideva casa con Marc e, da agen­te immobiliare, aveva la testa piena di nozioni di estimo, norme di diritto, leggi fiscali, regolamenti edilizi. Poi divorzio e disoccupazione hanno vinto per lei ogni altra combinazione di problemi. Ora, dopo aver accompagnato la piccola Eline a scuola, fa colazione da sola con le calze ai piedi e le briciole dei biscotti della figlia sul tavolo. Un modo come un altro per ritardare l’inizio della giornata.
Adéle, Martha, Eline: tre donne sole e inquiete, alla ricerca di un posto del mondo dove stare e  ritrovarsi o, come dice la più piccola delle tre, di una strada che li riporti a casa. La solitudine sembrerebbe irrimediabile, se l’amore, «il dolore più gran­de e la più grande consolazione» secondo le parole di Adéle, non facesse nuovamente irruzione nella loro vita a indicare che è nel cuore che c’è una strada per Parigi.

Recensione del libro

Una scrittura raffinata ed elegante. Una storia ricca di sensibilità e dolcezza. Protagoniste tre donne molto diverse e non solo anagraficamente: una mamma, la sua bambina e l’anziana vicina di casa. Le loro vite si intrecciano con il trasferimento delle prime due nel nuovo appartamento, in seguito al divorzio e alla perdita del lavoro della giovane mamma. Tutto il libro è incentrato sul modo in cui la loro relazione diventi via via sempre più importante diventando il perno su cui ciascuna tenta di ricostruire la sua vita. E’ un libro che mostra in maniera nitida come il sapore della vita sia dato dalle piccole cose, da ciò che sappiamo costruire quotidianamente intorno a noi. La vita ci sa sempre stupire alternando alla malinconia di ciò che non può tornare, la gioia che ci può dare ogni singolo attimo che dedichiamo a chi amiamo.

Dettagli prodotto

  • Collana : I narratori delle tavole
  • Lingua : Italiano
  • Anno : 2013
  • Pagine : 176
  • Formato :
  • Prezzo € : 16,00
  • Codice ISBN : 978-88-545-0799-9

info autrice / autore

Novita Amadei

Nòvita Amadei è nata a Parma e vive in Francia. Lavora da anni nell'ambito delle migrazioni internazionali e dell'asilo politico come ricercatrice, formatrice e coordinatrice di progetti, interessandosi in particolar modo alle tematiche di salute mentale e psicosciale dei rifugiati. Accanto a pubblicazioni scientifiche comparse in riviste nazionali e internazionali, affianca una prima produzione letteraria e alcuni racconti si distinguono in premi letterari nazionali. Dentro c’è una strada per Parigi è il suo primo romanzo, finalista alla prima edizione del premio letterario nazionale Neri Pozza. Il romanzo è tra i finalisti al Premio Letterario Bottari Lattes Grinzane e al Premio Corrado Alvaro Ha vinto il XXVIII premio letterario Massarosa.