Recensione del libro

di Laura Ruzickova

E venni al mondo, ultimo romanzo di Barbara Buoso, prende il titolo dall’omonima poesia scritta da uno dei due personaggi principali, Mauro, nel periodo in cui, ancora adolescente, affronta i primi scontri con i pregiudizi e le ostilità da parte di un mondo che lo ha bollato come “diverso”. Quei versi vanno oltre la vicenda personale di Mauro, e distillano l’essenza di una storia più ampia e corale che intreccia le trame di più percorsi di vita, accomunati dall’essere, in modo più o meno evidente, voci fuori dal coro. Mauro e Marzia, la protagonista femminile, sono colti nel momento in cui, per motivi diversi, legati al percorso personale di ognuno di loro, la loro vita è accomunata da un momento di apparente blocco, una fremente quiete prima della tempesta.
Mauro, che si è sposato per convenienza allo scopo di salvare le apparenze, conduce una doppia vita. Di giorno insegnante e marito, attende la notte per travestirsi da donna e ribattezzarsi Medusa, dando nome e volto alla parte più vera di sé, quella femminile. Marzia, proiezionista in un cinema-teatro, sembra soddisfatta di lavorare in un contesto apparentemente più aperto e più colto della media, ma traspare in lei un desiderio di “altro”, per ora ingabbiato in dubbi e incertezze.
Il presente di Mauro e Marzia si alterna alla narrazione del loro passato, segnato dai pregiudizi e dagli schemi di una provincia polesana descritta senza mai scadere nella banalità, e il romanzo si sofferma sulle madri di entrambi, Oriana e Fiorella, donne a loro volta soffocate dall’ambiente in cui vivono, che riescono, però, anche in momenti di forte conflitto, a seminare nei figli il germoglio di una ribellione che dovrà superare molti ostacoli prima di manifestarsi.
Barbara Buoso, in questo romanzo, mantiene, anzi, evolve, il tratto migliore della sua scrittura, ovvero una capacità di gestire la parola con grande equilibrio, e con amorevole cura. Per questo anche le situazioni più crude e squallide, affrontate senza mediazioni, trasmettono poesia e luce anche nei momenti più oscuri.

 

Dettagli prodotto

  • Collana : La grande fuga delle trote inglesi
  • Lingua : Italiano
  • Anno : 2018
  • Pagine : 141
  • Formato :
  • Prezzo € : 15,00
  • Codice ISBN : 9788899479275

info autrice / autore

Barbara Buoso

Nata a Rovigo nel 1972, vive e lavora a Padova. Nel 2003 pubblica il suo romanzo d’esordio Aspettami con Croce Editore. Nel 2014, su segnalazione di Emma Dante, pubblica L’ordine innaturale degli elementi (Baldini & Castoldi). Vincitrice con il racconto “Nevicata” del concorso di racconti “Lìbrati e vola” (pubblicato poi nel 2016 nella raccolta “Soffia un vento contrario”, L’Iguana Editrice). Insegna scrittura creativa alla Scuola di scrittura Virginia Woolf.".