Recensione del libro

A volte può sembrare che il linguaggio non sia capace di restituire alcuni aspetti dell’esperienza.  Al contrario di ciò che è razionale, quello che pertiene alle emozioni e ai sentimenti talvolta non sembra possa essere restituito “a parole”. Ci sono esperienze così forti ed intense che la parola non sembra capace di definirle. Il linguaggio, infatti,  “circoscrive” e la potenza di alcune emozioni appare non circoscrivibile: come un fiume in piena che rompe i suoi argini. E se una cosa non può essere detta, essa non è nemmeno condivisibile.

Fortunatamente questa impossibilità non riguarda tutti. Ci sono alcune persone che sanno usare le parole anche per dire l’indicibile. Miriam Toews è una di queste. In questo libro che racconta un’esperienza terribile come il suicidio della sorella, l’autrice condivide con noi la sua esperinza e ci racconta ciò che non può essere detto: come si possa essere attaccati alla vita nonostante tutto e come si possa non essere legati alla vita, nonostante tutto.

Dettagli prodotto

  • Collana : Gli alianti
  • Lingua :
  • Anno : 2015
  • Pagine : 368
  • Formato :
  • Prezzo € : 18,00
  • Codice ISBN : 9788871687131

info autrice / autore

Miriam Toews

Autentica rivelazione della narrativa anglofona degli ultimi anni, Miriam Toews nasce in Canada, nel 1964, in una comunità mennonita di stampo patriarcale. A diciotto anni è già a Montréal, e scrivere è la sua ribellione.