Pétronille

“Alla prima occhiata, la trovai così giovane che la scambiai per un ragazzino di quindici anni.”

La storia di un’amicizia e di una passione. L’amicizia è quella fra due scrittrici, una già affermata e idolatrata dal pubblico e l’altra geniale ma esordiente all’inizio della narrazione: Amélie Nothomb e Pétronille Fanto. Il racconto scandisce i momenti più bizzarri di questo inusuale legame che prende forma e consistenza fra libri, librerie, letteratura e indimenticabili bevute. A unire le due donne infatti, oltre alla scrittura, c’è anche la comune passione per lo champagne.

Recensione del libro

L’ultima fatica di Amélie Nothomb che non smentisce la sua fama di autrice prolifica e originalissima. Con una prosa leggera e vivace, Amélie costruisce un romanzo a tratti autobiografico che racconta la storia di amicizia tra lei,  grande e affermata scrittrice, e Pétronille, una giovane autrice esordiente, dal carattere passionale e tratti litigioso. Un’amicizia che nasce dall’esigenza di Amélie di trovare una compagna che sappia apprezzare e degustare lo champagne, che scopriamo essere una delle passioni della scrittrice.

Attraversiamo con le due amiche una Parigi varia, fatta di presentazioni, eventi, case editrici, personaggi famosissimi e quanto mai snob,  rispetto ai quali Amélie non risparmia una critica velata ma tagliente, fino al colpo di scena finale, del tutto inaspettato, che diventa un astuto e divertente gioco letterario e metaletterario, che ci riconduce nel mondo surreale e un po’ matto che solo Amélie sa ricreare. Un ottimo punto di inizio per chi vuole conoscere questa meravigliosa scrittrice.

Un romanzo perfetto da regalare alle amiche di sempre ma anche alle nemiche

Dettagli prodotto

  • Collana : Amazzoni
  • Lingua :
  • Anno : febbraio 2015
  • Pagine : 128
  • Formato : grande
  • Prezzo € : 14,00
  • Codice ISBN : 978-88-6243-176-7

info autrice / autore

Amélie Nothomb

Scrittrice belga di lingua francese. Figlia di diplomatici, è nata a Kobe, in Giappone, nel 1967. Nel 1992 viene pubblicato in Francia da Albin Michel il suo primo romanzo, Igiene dell’assassino, che diventa il caso letterario dell’anno: 100.000 copie vendute, due riduzioni teatrali, un film. Nelle edizioni tascabili lo stesso romanzo vende altre 125.000 copie. Da quel momento pubblica un romanzo all'anno, fedele alla stessa casa editrice, Albin Michel, come in Italia è fedele alla Voland. Il romanzo Stupore e tremori (Albin Michel 1999) ha venduto in Francia 400.000 copie. Tradotta in 15 lingue, ha ottenuto numerosissimi premi letterari tra cui il Grand Prix du roman de l’Académie Française e il Prix Internet du Livre per Stupore e tremori (da cui è stato tratto anche un film diretto da Alain Corneau), il Prix de Flore per Né di Eva né di Adamo e due volte il Prix du Jury Jean Giono per Le Catilinarie e Causa di forza maggiore. Sin dal suo primo romanzo Amélie Nothomb ha imposto uno stile: sguardo incisivo, spesso impietoso e crudele, umorismo fulmineo, storie originali che ruotano intorno a sentimenti eterni.