Recensione del libro

Joan Didion è un genere a sè. L’ uscita di The White Album (ed. Il Saggiatore) lo conferma. Che scriva romanzi, memoir o reportage giornalistici (definizione quest’ultima decisamente riduttiva visto il carattere degli scritti contenuti nell’ultima pubblicazione)  ciò che emerge in maniera predominante è la sua personalità o piuttosto il suo sguardo, il suo modo del tutto originale ed “obliquo” di vedere la realtà e descriverla, sia ricorrendo all’invenzione, nei romanzi, sia prendendo spunto dal reale, nei saggi. Sembra che, quando scrive e vive, Joan Didion lo faccia immergendosi totalmente nella realtà: non ci sono né limiti né confini alla sua permeabilità. Contemporaneamente però, questo mondo che la circonda sembra che le sia in qualche modo totalmente “estraneo”:  la razionalità con cui osserva e giudica è tale che sembra essere la conseguenza di uno sguardo posto a una “distanza siderale”. Ed è esattamente questo: l’essere completamente dentro e fuori che permette a Joan Didion di vedere cose che gli altri non vedono. Ad una prima lettura, si ha l’impressione che il suo sguardo sulla società e sugli uomini rasenti la follia. Ma poi si capisce. Piuttosto, Joan Didion è l’unica sana di mente in un mondo di folli.

Dettagli prodotto

  • Collana :
  • Lingua :
  • Anno : 2015
  • Pagine : 256
  • Formato : Brossura
  • Prezzo € : 20,00
  • Codice ISBN : 9788842821472

info autrice / autore

Joan Didion

Joan Didion è nata in California nel 1934 e vive a New York. Giornalista, scrittrice e sceneggiatrice ha pubblicato romanzi e libri di saggistica. E' una figura di riferimento della letteratura americana contemporanea. Scrive per il New Yorker e la New York Review of Books. Della stessa autrice il Saggiatore ha pubblicato il bestseller L'anno del pensiero magico (2006), vincitore del National Book Award 2005 e del Prix Médicis 2007, finalista al National Book Critics Award e al Premio Pulitzer 2005, e disponibile anche nel suo adattamento teatrale (il Saggiatore, 2008).