Maksim T. Ermakov pesa 4 chili in meno rispetto alla media. La sua testa è più leggera di quella di chiunque altro e sembra vuota, come continuamente battuta dal vento. La sensazione che ha è di una grande bolla all’altezza del collo, e pensare gli costa fatica. Eppure, con grande dedizione, si è messo a fare il PR in una fabbrica di cioccolato ed è felice: non ha legami, guadagna abbastanza, ha una Toyota e un appartamento borghese. La sua vita fila tranquilla, ma poi riceve una visita e tutto si complica. L’istituto di Prognosi Sociali ha rilevato una preoccupante anomalia: la testa di Maksim emana radiazioni dannose per l’intero pianeta. È accusato di essere il responsabile di tutti i cataclismi che minacciano il paese: inquinamento climatico, attacchi terroristici, incidenti stradali, incendi, malattie. Non c’è altra soluzione per lui che non sia la morte. E dovrà procurarsela da solo, commettendo un suicidio che abbia la parvenza di un martirio. Light Head è una distopia carambolante, che miscela senza parsimonia i generi letterari, riflettendo sulla contemporaneità di un Paese, la Russia, in cui l’interrogativo posto da Dostoevskij – sacrificare il mondo o la propria tazza di tè – viene risolto in maniera univoca e senza drammi di coscienza in favore del tè, ovvero della libertà personale, individuale.

Recensione del libro

Una critica surreale alla società russa e al suo dividersi tra lo spirito di controllo dell’apparato sovietico delle antico regime e il consumismo imperante occidentale. Entrambe facce della stessa (totalitaria) medaglia. La storia di Maksim Ermacov, un uomo qualunque che da un momento all’altro diviene il nemico pubblico numero uno della Russia e a cui viene chiesto di porre fine (volontariamente) alla propria vita. La vicenda dell’Individuum vulgaris, dell’individuo nella società contemporanea e della lotta per la libertà contro le manipolazioni dell’ideologia imperante. Una scrittura veloce ed immaginifica accompagna una storia surreale ma dagli interessantissimi risvolti politici e morali.

Dettagli prodotto

  • Collana : n/d
  • Lingua : Italiano
  • Anno : 2104
  • Pagine : 411
  • Formato : Tascabile
  • Prezzo € : n/d
  • Codice ISBN : 9788860442871

info autrice / autore

Ol’ga Slavnikova

Olga Alexandrovna Slavnikova è una scrittrice russa e critica letteraria. Ha ricevuto il russo Booker Prize 2006 per il suo romanzo 2017.