Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Apr
9
mar
Margaret Mitchell, Via col vento
Apr 9@17:00–18:00
Margaret Mitchell, Via col vento

Martedì 9 febbraio dalle 17:00 alle 18:00

Thè letterario 2019

I grandi capolavori delle donne

Margaret Mitchell

Via col vento

 

In questo incontro del thè letterario discuteremo del romanzo Via col vento di Margaret Mitchell.

Via col vento (Gone with the Wind) è un romanzo del 1936 scritto da Margaret Mitchell. È l’unico romanzo della scrittrice statunitense, alla cui celebrità ha contribuito l’omonimo colossal cinematografico di Victor Fleming del 1939. Fu un vero caso editoriale senza precedenti: quasi 180.000 copie vendute in quattro settimane, un milione in sei mesi, ancora in testa alle classifiche dopo due anni. Vincitore del Premio Pulitzer nel 1937, l’anno successivo la sua autrice, Margaret Mitchell fu candidata al Premio Nobel per la letteratura. Tradotto in 37 lingue, Via col vento ha ottenuto anche un grande successo internazionale, che lo ha portato a vendere milioni di copie, con continue ristampe che proseguono ancora oggi. Oggi ha complessivamente raggiunto la quota di 30 milioni di copie, che lo rendono uno dei romanzi più venduti di tutti i tempi.

Ambientato nel Sud degli Stati Uniti durante la Guerra di Secessione, il romanzo è un potente affresco storico-melodrammatico, che unisce alle vicende dei protagonisti la tragica realtà della storia americana, vista dalla parte dei sudisti. Una delle critiche mosse al libro e al film, infatti, riguarda il tentativo fin troppo riuscito di appoggiare i valori di un mondo scomparso durante la guerra civile, ammantando la storia con un alone mitico e indubbiamente romantico. Via col vento rappresenta – in senso lato, anche simbolicamente – la nostalgia per tutto ciò che è perduto e la difficoltà di vivere la cruda realtà di ogni giorno, espressa nella vicenda stessa dell’intreccio amoroso dei protagonisti. Vi si può leggere una supposta critica alla moderna società americana, che nacque appunto con l’affermazione della causa nordista durante la Guerra di Secessione.

Ingresso 5 euro (con tessera Virginia Woolf 2019, costo 20,00).