Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Ott
4
Mar
Colette – gruppo di lettura
Ott 4@20:30–22:30
Colette - gruppo di lettura
Martedì 4 ottobre IN PRESENZA
Giovedì 6 ottobre SU ZOOM
dalle 20.30

Colette, il gruppo di lettura di Lìbrati

si incontra su

Nessuno torna indietro
di
Alba De Céspedes
Quarta di copertina:
Si chiamano Vinca, Valentina, Augusta, Silvia, Xenia, Anna, Milly, Emanuela. Otto ragazze attorno ai vent’anni che si ritrovano tutte al collegio Grimaldi di Roma, tra l’autunno del 1934 e l’estate del 1936. Diverse per origine geografica e familiare, si affacciano alla vita adulta con attese differenti – l’amore, l’emancipazione professionale e intellettuale, il ritorno alle origini, la partenza -, e chiuderanno il loro percorso con scelte altrettanto differenti. Sperimentale nello stile e nei contenuti, “Nessuno torna indietro” rivoluziona il canone della narrativa di formazione: originale è l’adozione di un punto di vista multiforme, che non si disperde in un coro ma mantiene vive le specificità delle singole voci; inedita è la totale mancanza di giudizio, implicito o esplicito, sui percorsi delle otto protagoniste; del tutto nuova, in particolare, la rottura dell’unità di quell’immagine femminile che aveva dominato la cultura e la società, fino alla “donna nuova” creata dal regime. Accolto fin dal primo apparire, nel 1938, da grande successo, il romanzo d’esordio di Alba de Céspedes esplora la formazione dell’identità femminile nell’Italia fascista senza voler proporre storie esemplari, facendo conoscere da subito l’autrice come una delle grandi voci letterarie del Novecento.
Per iscriversi agli incontri, o su zoom o in presenza, inviare una mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com. I posti sono limitati.
Ott
10
Lun
She dances like a Bomb – incontri sulla poesia di Emily Dickinson
Ott 10@17:00–Ott 24@18:00
She dances like a Bomb - incontri sulla poesia di Emily Dickinson
Lunedì 10, 17, 24 ottobre 2022
dalle 17 alle 18

She dances like a Bomb

estasi e visioni

incontri di analisi e commento

sulla poesia di Emily Dickinson

con

Ilaria Durigon

 

(…)

L’anima ha momenti di Fuga –
Quando sfonda ogni porta –
Danza come una Bomba, là fuori,
E oscilla sulle Ore,

Come fa l’Ape – spinta al delirio –
A lungo Separata dalla sua Rosa –
Che tocca la Libertà – poi non capisce più niente,
Tranne il Mezzogiorno, e il Paradiso –

(…)

Tre incontri di approfondimento sulla poesia di Emily Dickinson con analisi e commento di alcuni tra i suoi più famosi versi sui temi della visione e dell’estasi.

Costo: 50 euro (il corso è riservato ai soci dell’associazione Virginia Woolf la cui tessera 2022 costa, per la fine del 2022, 10,00 euro).
Qui il modulo da compilare: Modulo Iscrizione 2022_quota ridotta
Il corso si svolge su piattaforma zoom.
Per iscrizioni: scrivere a libreriadelledonnepadova@gmail.com indicando come oggetto “Conferma iscrizione corso She dances like a Bomb” indicando nella mail il proprio numero di telefono. Posti limitati.
Il pagamento è da effettuare tramite bonifico bancario intestato all’Associazione Virginia Woolf, una volta ricevuta la conferma dell’avvio del corso.
Iban: IT54 U060 4512 1010 0000 5000 394
Ilaria Durigon, nata e cresciuta in provincia di Treviso, attualmente vive a Padova. Dopo la laurea, ottenuta col massimo dei voti, ha conseguito un dottorato di ricerca in filosofia politica presso l’Università di Padova. Dal 2009 al 2014 ha fatto parte della redazione del blog di cultura, attualità e politica Femminile Plurale. Ha tenuto corsi, conferenze, convegni su temi legati alla filosofia, alla letteratura e agli studi di genere. Fondatrice della libreria delle donne di Padova e della Scuola di scrittura Virginia Woolf, svolge ruolo di consulente e dal 2015 fa parte del comitato promotore del concorso di racconti Lìbrati, curandone, insieme a Barbara Buoso le relative antologie.
Ott
12
Mer
Laboratorio sul racconto con Barbara Buoso
Ott 12@19:00–21:00
Laboratorio sul racconto con Barbara Buoso

quattro mercoledì dalle 19 alle 21

a partire da mercoledì 12 ottobre

Laboratorio sul racconto

su zoom

con

Barbara Buoso

 

Un percorso di quattro incontri per approfondire le tecniche di stesura del racconto attraverso  il confronto con i testi di grandi scrittrici italiane (da De Céspedes, a Morante, a Natalia Ginzburg, a Anna Maria Ortese) che serviranno da guida nell’ideazione e nella costruzione della propria storia.  Durante gli incontri, una parte sarà dedicata alla scrittura di un proprio racconto che verrà condiviso e sui cui la docente suggerirà approfondimenti e revisioni.

I posti disponibili sono limitati.

Gli incontri saranno su zoom. Per iscriversi inviare una mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com con oggetto: Iscrizione laboratorio sul racconto.

Costo: 140,00 euro (riservato alle socie e ai soci dell’associazione, costo tessera ridotto per fine 2022 10,00 euro).

Il pagamento va effettuato una volta ricevuta la conferma di avvio del corso o con bonifico anticipato a Associazione Virginia Woolf: IT54U0604512101000005000394 oppure in contanti il giorno del corso.

Barbara Buoso, nata a Rovigo nel 1972, vive e lavora a Padova. Nel 2003 pubblica il suo romanzo d’esordio “Aspettami” con Croce Editore. Nel 2014, su segnalazione di Emma Dante, pubblica “L’ordine innaturale degli elementi “(Baldini & Castoldi). Vincitrice con il racconto “Nevicata” del concorso di racconti “Lìbrati e vola” (pubblicato poi nel 2016 nella raccolta “Soffia un vento contrario”, L’Iguana Editrice). E’ uscito a febbraio 2018 il suo ultimo romanzo “E venni al mondo” (Apogeo editore). Insegna scrittura creativa alla Scuola di scrittura Virginia Woolf.

 

 

Ott
14
Ven
Presentazione di “Maternità e sesso” di Marie Langer
Ott 14@18:30–19:30
Presentazione di "Maternità e sesso" di Marie Langer

Venerdì 14 ottobre 2022

dalle 18.30

Presentazione di

“Maternità e sesso”

di Marie Langer

con

Paola Scalari

Aurelia Galletti

Introducono

Claudia Brigato

Ilaria Durigon

“Maternità e sesso”, uscito nel 1951 in Argentina, è stato il primo testo di Marie Langer ad essere pubblicato in Italia nel 1981, collocandosi all’interno della lunga ricerca che le psicoanaliste donne hanno intrapreso per rispondere all’interrogativo di Freud: «La grande domanda, alla quale nemmeno io ho saputo rispondere malgrado trent’anni di lunghe ricerche, è questa: che cosa vuole la donna?»
Attraverso questo testo, Marie Langer aiuta a scoprire e a portare avanti la ricerca sul sentire femminile, sul vissuto interiore della donna, sulle conflittualità relazionali che vivono ogni madre, moglie e figlia. Sono sentimenti, stati d’animo e vissuti contraddittori che ancor di più in questo inizio del terzo millennio, a distanza di settanta anni dalla prima pubblicazione di questo testo, segnano il nostro tempo.
Ad una maggior libertà culturale non ha dunque corrisposto un’importante liberazione psichica. Alle volte i sintomi che narrano questa storia di identificazioni tra donne della famiglia sono ancora più enigmatici, ma permangono dolorosamente
nella vita di molte ragazze, madri e anziane signore. La repressione sessuale oggi è meno incisiva, ma non è meno intenso il dialogo di ogni donna con il suo corpo.
Riproporre al pubblico questo libro significa riportare la dimensione femminile al centro della ricerca del sapere psicosocioanalitico mostrando come le fantasie sul corpo determinino le paure più profonde.
Dice Langer aprendo il suo libro: “Questo è un libro in più sulla donna. Uno tra i tanti”. Noi vorremmo ribadire che è un libro unico e cruciale per comprendere il mondo femminile.

(dalla Presentazione a cura di Aurelia Galletti e Paola Scalari)

Paola Scalari, è psicologa, psicoterapeuta, psicosocioanalista, docente in Psicoterapia della coppia e della famiglia alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della COIRAG.Esercita come libero professionista a Mestre-Venezia. Socia di Ariele Psicoterapia COIRAG e Ariele Associazione Italiana di Psicosocioanalisi. Socio onorario del Movimento Italiano Psicologia Perinatale. E’ consulente, docente, formatore e supervisore di gruppi ed équipe per enti e istituzioni dei settori sanitario, sociale, educativo e scolastico.

Aurelia Galletti è psicologa, psicoterapeuta, psicosocioanalista, past-president di Ariele Psicoterapia, si occupa di individui, coppie e gruppi, e dei processi di formazione e trasformazione istituzionale nell’ambito dei servizi. Svolge attività di consulenza e supervisione in ambito psicosociale. Docente della Scuola di Psicoterapia dalla COIRAG è autrice di numerose pubblicazioni sulla psicosocioanalisi e sulla psicoterapia progettuale, individuale e di gruppo.

Claudia Brigato si è laureata in Filosofia all’Università di Padova. Successivamente ha conseguito una specializzazione in Pedagogia Clinica presso l’ISFAR di Firenze. Si è occupata di didattica trasversale e di formazione transgenerazionale per enti privati e pubblici. Dal 2015 segue percorsi di scrittura onirica dedicandosi allo studio dei sogni come eventi espressivi e creativi.

Ilaria Durigon, fondatrice della libreria delle donne di Padova e della Scuola di scrittura Virginia Woolf.

Ott
16
Dom
Le dee dentro la donna: il corso
Ott 16@9:00–17:30
Le dee dentro la donna: il corso

da ottobre a giugno

una domenica al mese

dalle 9.00-13.00 e 14.00-17.30

primo incontro del corso:

domenica 16/10

LE DEE DENTRO LA DONNA

tutta la realtà è una danza di Śiva-Śakti

con

Laura Liberale

Lara Muraro

 

La prima mattina del corso, ossia domenica 16 ottobre dalle 9 alle 13, è aperta a tutti come incontro di prova per illustrare le tecniche e le modalità in cui si svolgeranno gli incontri.

Presentazione corso:

In ciascuno di noi coesistono, da un punto di vista simbolico e archetipico, elementi correlati al maschile ed elementi correlati al femminile.

Nella tradizione tantrica a questa dualità viene dedicata particolare attenzione, declinandola in vari modi: Śiva e Śakti, Sole e Luna, parte illuminata e parte oscura, fare ed essere, dimensione terrena e dimensione spirituale.

Come possiamo imparare a lavorare con queste forze interiori? Occorre saperle portarle in un piano esperienziale in cui sperimentare le nostre potenzialità.
L’energia della Śakti prende forma come un processo biologico che si materializza in ogni atomo del mondo fisico e agisce in noi, attraverso i nostri pensieri e le nostre emozioni, spingendo la nostra coscienza verso l’evoluzione, ogni volta che noi ricerchiamo una trasformazione consapevole.

Il percorso che proponiamo ha come obiettivo l’esplorazione, l’attivazione e la comprensione di questa dualità energetica universale. Lavoreremo con gli archetipi, nello specifico con le forme divine della tradizione hindū che personificano le nostre energie, consce e inconsce.
Impareremo a vivere queste energie, nei loro differenti poteri e qualità: Lakṣmī, Sītā, Durgā, Rādhā, Pārvatī, Sarasvatī, Chinnamastā, Lalitā Tripurasundarī, Kālī, ciascuna di esse può essere una guida negli spazi più profondi dell’anima e una maestra nelle sfide del nostro vivere quotidiano.

Obiettivi:

-Esplorare le diverse sfaccettature della Dea, nelle sue varie forme, vivendo un’esperienza “trasformativa” che porti alla comprensione profonda della nostra intuizione interiore.

-Riconoscere le differenti energie che formano le multiple dimensioni dell’esistenza e della nostra coscienza.

-Riscoprire il nostro potere attraverso una modalità di integrazione, e non di separazione, tra i principi femminile e maschile, e di valorizzazione delle differenze.

-Vincere le nostre paure e trasformarle in forza.

-Ritrovare il contatto con il nostro corpo e imparare a “sentire”.

Durata del percorso:

Il corso dura 9 mesi, da ottobre 2022 a giugno 2023, e si sviluppa in 9 giornate intensive.

Le lezioni si svolgeranno una domenica al mese da ottobre a maggio nei seguenti orari:

9.00-13.00 e 14.00-17.30

Sarà possibile condividere il pranzo.

Sulla pratica:

– Asana o posture del corpo:

Le asana sono le posture del corpo. I rishi, i primi yogi, dall’osservazione attenta della natura e degli animali compresero come gli animali vivono in armonia con la natura e con l’ambiente e scoprirono che imitando le posture degli animali potevano mantenere la salute e affrontare le sfide della natura da sé.

Nello yoga partiamo dal corpo perché è lo strumento che ci aiuta ad entrare più in profondità nel mondo sottile. Il movimento è uno spazio dove sperimentarsi nel silenzio e nel caos, nell’immobilità e nel movimento, nella tensione e nel rilassamento. E’ uno spazio da abitare per conoscere meglio se stessi anche nella relazione con gli altri.

In questo corso andremo a portare nella pratica maggiormente le posture delle dee. Fare questo significa calarsi nel simbolo e mettersi in ascolto dell’eco che ogni posizione crea in noi.

Il corpo ci parla e possiamo ascoltarlo…

– Mantra:

Mantra in sanscrito deriva da Ma(nanat) Tra(yate)

Ma … significa “recitare internamente” mentre la parola Tra … significa “ sei protetto”.

Mantra è lo studio del suono, i mantra sono l’energia del suono.

Il mantra è , Una sillaba o una serie di suoni.esso non viene conosciuto attraverso il suo significato, ma attraverso le sue vibrazioni.

Ogni suono, ogni lettera sanscrita ha una sua vibrazione, un suo specifico valore simbolico e quindi un suo particolare effetto.

Procura alla mente un punto di concentrazione ed aiuta a diventare consapevoli dei propri stati interiori.

Il mantra è un pensiero che ti protegge.

Il mantra, essendo il nome e il corpo sonoro della divinità, si imprime talmente tanto negli strati profondi della nostra mente, in modo che l’intera personalità possa divenire uno strumento della Divinità, una forma attraverso il quale solo la Divinità, da quel momento in poi, agisca. Lentamente. A tempo debito.

In ogni incontro reciteremo insieme i mantra e canti devozionali dedicati alla Dea.

-Visualizzazioni e immaginazione:

Tutto accade nella nostra mente prima che nel corpo e nel movimento.

I mistici hanno scoperto la verità attraverso l’immaginazione.

Di solito pensiamo all’immaginazione come qualcosa di illusorio e fittizio. Ma gli antichi rishi (saggi) hanno scoperto l’immaginazione quale facoltà attraverso cui percepiscono il luminoso. Richiamando alla mente l’immagine di una certa divinità rendiamo visibile l’energia sottile di quella Dea e, queste immagini, possono trasformare il nostro panorama interiore, anche se non capiamo bene come questo possa accadere. Quando sentiamo la presenza di una dea, in noi o intorno a noi, siamo in grado di riconoscere le sue qualità di forza, bellezza, flessibilità, cominciando a sintonizzarci con la sottile energia, Shri (“di buon auspicio”), che è uno dei doni del femminile divino.

E questa energia trasparirà dalle nostre parole e dei nostri atti. Le pratiche di visualizzazione sono metodi che ci sfidano e ci chiedono di aprirci oltre l’ordinario. Sono tutte basate su l’intuizione che la comprensione che ciò che pensiamo influisce profondamente non solo sulla nostra psiche ma anche sulle nostre vite fisiche.

In ogni incontro faremo meditazioni guidate e vissualizzazioni sulle diverse divinità femminili.

Programma delle dee:

1 INCONTRO

Lakṣmī: la dea della buona fortuna della salute e dell’abbondanza, interiore ed esteriore.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

2 INCONTRO

Sītā: la buona sposa, dea della terra e dei suoi misteri.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

3 INCONTRO

Durgā: la dea guerriera, protettrice cosmica e distruttrice delle forze del male.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

4 INCONTRO

Rādhā: la dea dell’amore devozionale erotico, del desiderio del divino e dell’abbandono mistico.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

5 INCONTRO
Pārvatī: la dea del matrimonio sacro, e della conquista dell’ascesi.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

6 INCONTRO
Sarasvatī: la dea della parola, dell’intuizione creativa e delle arti.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

7 INCONTRO
Chinnamastā: la dea che presiede al sacrificio del falso sé.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

8 INCONTRO

Lalitā Tripurasundarī: la regale dea della sacra sessualità, come pure delle più alte forme di esperienza mistica, la cui benedizione unisce l’energia del corpo a quello dello spirito.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

9 INCONTRO

Kālī: la misteriosa, terrificante e selvaggiamente amorevole dea che porta a cambi radicali nella nostra vita, dissolvendo nel vuoto tutte le forme.

Sua presenza nei racconti mitici della letteratura sanscrita; forme cultuali passate e presenti; pratica di yoga e meditazione incentrata su questo archetipo divino; laboratorio di scrittura sui temi legati alla dea.

A chi è rivolto questo corso :

A tutti e tutte coloro che intendano iniziare un percorso di conoscenza di sé e di trasformazione attraverso la guida degli archetipi del femminile e del maschile.

Le docenti:

Lara Muraro: Insegnante di Yoga e Meditazione della Tradizione Himalayana di Swami Rama e Swami Veda Bharati, Naturopata e Terapista in Ayurveda diplomata Ayurvedic Point e Istruttore di Mindful Eating. Da sempre appassionata di viaggi, per lavoro ha avuto modo di conoscere profondamente l’Asia e dal magico incontro con l’Oriente è nato un percorso legato alla spiritualità e alla ricerca interiore. Perfezionando gli studi dei maestri della tradizione indiana, inizia così a praticare Yoga, Meditazione e Ayurveda. Queste antiche saggezze sono fonte di ispirazione, insegnamento ed entusiasmo ogni giorno. Il suo primo interesse è quello di integrare Ayurveda e Yoga per approfondire la conoscenza di sé e per apprendere una nuova “arte del vivere” nel quotidiano. Un nuovo approccio che porti felicità e benessere intraprendendo un percorso di consapevolezza di sé e trasformazione interiore. Dopo aver lavorato per 20 anni in aziende multinazionali decide di lasciare il lavoro in azienda per dedicarsi interamente allo Yoga e all’Ayurveda. Continua a seguire gli insegnamenti della Tradizione Himalayana seguendo i suoi Maestri in Italia e in Europa e appena possibile va a Rishikesh, presso il Sadhana Mandir Ashram ed il Sadhaka Grama Village (SRSG), centri della Tradizione, dove può approfondire la sua pratica personale. Mentre vola in Kerala e nell’India del Sud per approfondire lo studio e la pratica dell’Ayurveda.A dicembre 2018 ha completato il Master universitario di I livello “Meditazione e Neuroscienze” presso l’Università di Udine, votazione 110/110.

Laura Liberale: Scrittrice, tanatologa e indologa, è laureata in Filosofia e dottore di Ricerca in Studi Indologici Docente al Master in Death Studies & the End of Life (Università degli Studi di Padova), tiene corsi di formazione nell’ambito filosofico, in quello delle Medical Humanities e della Scrittura Creativa. Ha ottenuto riconoscimenti in svariati premi di poesia e narrativa. Suoi testi sono apparsi su riviste e antologie. Ha pubblicato i romanzi Tanatoparty (Meridiano Zero, 2009), Madreferro (Perdisa Pop, 2012), Planctus (Meridiano Zero, 2014); le raccolte poetiche Sari – poesie per la figlia (d’If, 2009), Ballabile terreo (d’If, 2011, premio Mazzacurati-Russo 2011), La disponibilità della nostra carne (Oèdipus, 2017, premio Lorenzo Montano 2017); Unità stratigrafiche (Arcipelago itaca, 2020, premio Bologna in Lettere 2021, finalista Premio Napoli 2021)), i saggi indologici I mille nomi di Gaṅgā (Edizioni dell’Orso, 2003), I Devīnāmastotra hindū – Gli inni purāṇici dei nomi della Dea (Edizioni dell’Orso, 2007), I nomi di Śiva (Cleup, 2018), Visioni infernali dell’India (Padova University Press, 2021), Rinuncia (AnimaMundi, 2021). È presente tra gli autori di Nuovi poeti italiani 6 (Einaudi, 2012).

Il costo:

720,00 euro (rateizzabili su richiesta in due volte)

Le date:

domenica 16/10

domenica 20/11

domenica 11/12

domenica 15/1

domenica 19/2

domenica 19/3

domenica 23/4

domenica 21/5

domenica 18/6

Dove si svolge:

Himalayan Center, Via degli Obizzi, 29 – Padova