Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Mar
25
Sab
I tarocchi di Octavia Monaco
Mar 25@17:00
I tarocchi di Octavia Monaco

Sabato 25 marzo 2023

ore 17.00

I tarocchi mistici

Le tarot mistique

di

Octavia Monaco

interviene

Morena Poltronieri

con una introduzione di

Tiziana Bertolin

 

Ospitiamo in libreria l’artista Octavia Monaco creatrice di un mazzo di tarocchi che è un’opera unica nel suo genere.

Questo mazzo di Tarocchi è dedicato al femminile quale modello di inclusività, di non separazione. L’intento è quello di entrare nel sacro, ovvero in quello spazio in cui tutti gli schemi si scambiano le parti e trasfigurano ogni particella. Non si tratta di una supremazia di genere, ma piuttosto di trasformare i simboli, o perlomeno di utilizzarli in modo differente. In altre parole occorre entrare nel capovolgimento degli schemi e nella ciclicità di morte e rinascita che si inseguono all’infinito. Tutti gli aspetti coesistono e, compenetrandosi, si completano. Così la materia si eleva, spiritualizzandosi, mentre lo spirito prende corpo!

Questi 22 Arcani Maggiori rappresentano dei portali da oltrepassare progressivamente – come conferma anche la forma della carta stessa – e per attuare ciò è necessario spogliarsi di ciò che conosciamo, entrare nella vibrazione del femminino che rende la materia duttile al cambiamento.

Ogni carta mostra uno scenario in cui vivono svariati famigli psichici e animici, intesi come facoltà inseparabili di tale percorso.

Inoltre, ricorrono di frequente rappresentazioni trine al fine di avvalorare l’archetipo femminile che sottostà, ritma e scandisce ogni manifestazione animata.

 «Il progetto di interpretare e rappresentare pittoricamente l’intero ciclo degli arcani maggiori, precede nel desiderio, l’incontro con Morena Poltronieri, ma si consolida nell’intenzione che sia l’esito, il frutto maturo dell’intreccio esclusivo con il suo sapere, di vita e tarologico.

Le letture effettuate nel tempo hanno lasciato il passo alle narrazioni di Morena, arcano per arcano, atte a disvelarmi le valenze più sottili, in risonanza con la mia espressività artistica che elegge il femminino quale orientamento/prospettiva.

Ne risulta un ciclo pittorico nella cui figurazione riverberano le parole di Morena senza la quale, nella realizzazione di questo progetto artistico, mistico e simbolico non avrei toccato le medesime corde di consapevolezza e scorci di lettura». O.M.

Caratteristica preziosa che rende unico questo mazzo di tarocchi è che non è tratto da un lavoro digitale, ma da opere pittoriche su legno.

 

Octavia Monaco, da vari anni si dedica alla propria attività ed elaborazione artistica, dando forma e vita ad un immaginario simbolico, ibridato, surreale, evocativo e sacrale orchestrando significanti e fluttuanti contaminazioni tra l’uomo, l’animalità e la vita vegetale. Un mundus imaginalis che suggerisce e declina inoltre, la fondamentale valenza del processo circolare e ciclico quale legge ineludibilmente universale, nelle alternanze e coesistenze, di luci e ombre, deducibile dall’osservazione del mondo di Natura eletto quale Libro di Sapienza. Espone le proprie opere pittoriche su legno in numerose personali e collettive.

Morena Poltronieri svolge da oltre quarant’anni una ricerca antropologica legata alle simbologie antiche che hanno permeato la cultura ermetica ed esoterica nella storia. I suoi viaggi sono diventati numerosi libri dedicati ai “Luoghi magici” del mondo. Tale percorso si è orientato sui simboli della Dea Madre nelle varie culture, approfondendo il valore di femminino sacro. Studia da sempre i tarocchi e ha co-fondato e collabora con il Museo Internazionale dei Tarocchi a Riola (Bo). Cura varie Collane editoriali per le edizioni Mutus Liber. www.museodeitarocchi.com

Mar
31
Ven
Presentazione di “Guarire mondi in crisi” di Melita Richter Malabotta
Mar 31@18:00–19:30
Presentazione di "Guarire mondi in crisi" di Melita Richter Malabotta

Venerdì 31 marzo 2023

alle ore 18.00

Presentazione di

“Guarire mondi in crisi”

di

Melita Richter Malabotta

(Vita Activa Nuova)

introduce

Fiorella Grigio

intervengono

Gabriella Musetti, Tea Giorgi e Marija Mitrović

 

«…avrei potuto afferrare meglio la natura dello sconfinare se lo avessi avvicinato da una sfera meramente teorica al vissuto personale».

I saggi raccolti in questo volume testimoniano il percorso umano, intellettuale e specialistico di una donna dall’identità europea. Nel corso della sua vita e dei suoi studi Melita Richter ha creato importanti collegamenti soprattutto tra l’area dei Balcani occidentali e quella italiana. Il suo sguardo critico aveva indagato anche uno spazio geografico molto più vasto, europeo e mondiale: ovunque avesse viaggiato riusciva a elaborare una parte delle realtà vissute e osservate e traporle nella propria scrittura.
Seguendo il suo peculiare metodo dello sconfinamento che le permetteva una visione vasta e precisa, Melita Richter ha interrogato le persone, i luoghi, gli eventi critici che accadono. Anche se scritti alcuni anni fa, e raccolti qui per la prima volta, i saggi sono estremamente attuali: da guerra a guerra, da crisi a crisi ci parlano del mondo contemporaneo e avanzano proposte di procedimenti terapeutici nell’ambito delle scienze sociali e umanistiche.

Melita Richter Malabotta era sociologa, attivista, mediatrice culturale, scrittrice, da sempre impegnata a favore delle donne e sui temi della migrazione.

Fiorella Grigio fa parte del “Centro Pandora” di Padova e delle “Donne in Nero”, facendosi promotrice, all’interno di queste associazioni, di eventi di sensibilizzazione sulle tematiche della discriminazione contro le donne e sul tema delle migrazioni..

Gabriella Musetti  organizza “Residenze Estive”, Incontri internazionali di poesia e scrittura a Trieste e nel Friuli Venezia Giulia. Dirige “Almanacco del Ramo d’Oro, Nuova serie”, semestrale di poesia e cultura. Ha fondato, insieme ad altre, la casa editrice Vita Activa e ora dirigine la casa editrice Vita Activa Nuova. Collabora a diverse riviste letterarie. É presente in alcuni testi e antologie critiche. La sua ultima pubblicazione è la raccolta poetica Un buon uso della vita (Samuele editore 2021).

Tea Giorgi è socia della casa editrice Vita Activa. Collabora, da socia volontaria attiva, con l’associazione di donne Luna e l’Altra. Con altre donne e associazioni, ha fondato e gestito fino al 2020 la Casa Internazionale delle Donne di Trieste.

Marija Mitrović, già ordinaria di slavistica, prima a Belgrado (fino al 1993) e poi presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Trieste. Era tra i fondatori e per anni anche l’editore della rivista quadrimestrale scientifica “Književnaistorija” Belgrado (1968-1991), ha pubblicato una storia di letteratura slovena dal medioevo ai giorni nostri (Pregled slovenačke književnosti, 1995; rielaborata e tradotta in tedesco come Geschichte der slowenischen Literatur, Klagenfurt, 2001). Insieme con figlio Bojan Mitrović, storico, ha pubblicato Storia della cultura e della letteratura serba (Argo, Lecce 2015). Ha curato i libri sull’immagine della città di Trieste nella cultura e letteratura serba: Sul mare brillavano vasti silenzi (Trieste 2004), Svetlost i senke. Kultura Srba u Trstu, (Belgrado 2007) e Cultura serba a Trieste (Argo, Lecce 2009) e circa duecento saggi scientifici che riguardano il campo di letteratura e cultura serba, croata e slovena. Ha tradotto una decina di libri dallo sloveno in serbo.

Apr
5
Mer
Presentazione di “Questo è il ciclo” di Anna Buzzoni
Apr 5@18:00–19:30
Presentazione di "Questo è il ciclo" di Anna Buzzoni

Mercoledì 5 aprile 2023

alle ore 18.00

Presentazione di

“Questo è il ciclo”

di

Anna Buzzoni

(Mimesis)

con l’autrice

dialoga

Lara Muraro

 

Aver perduto il contatto con i ritmi naturali ci porta a vivere in società inquinate e inquinanti e ad avere scarsa consapevolezza del nostro corpo. Si moltiplicano così i disturbi di cicli vitali come sonno, digestione o ciclo mestruale. Questi indeboliscono le nostre risposte alle sfide odierne, proprio ora che è a rischio la specie umana. Ma la soluzione esiste, ed è innata: il riappropriarsi dei ritmi naturali e della consapevolezza di ciò che qui viene definita la teoria della Matrice Ciclica. Con dati alla mano e risvolti pratici, l’autrice propone una lettura avvincente della ciclicità e del ciclo mestruale, svelando il ruolo vitale che esso può avere nel quotidiano e nei progetti personali o di lavoro e le cause più profonde di dolori e disturbi, specialmente in fase premestruale. Attraverso lo studio interdisciplinare dei cicli naturali, questo saggio ci introduce in maniera chiara ed efficace al disegno rigenerativo sottostante, un’alternativa concreta per prosperare in sinergia con l’ecosistema.

Anna Buzzoni (Ferrara, 1979) nel 2014 inizia un percorso di studi sul ciclo di fertilità femminile e nel 2018 riceve, prima italiana, la qualifica di insegnante Sensiplan®, il metodo scientifico tedesco per la salute ormonale e la contraccezione naturale. Nel 2017 apre la sua azienda di consulenza a Berlino con il progetto Studio Medulla, con il quale porta avanti la ricerca sulla Matrice Ciclica, il ciclo mestruale e la transizione ecologica.

Lara Muraro, naturopata in Ayurveda, diplomata presso l’Ayurveda International Accademy di Firenze, continua ed approfondisce lo studio dell’Ayurveda diplomandosi come Terapista in Ayurveda presso la Scuola Ayurvedic Point di Milano. Insegnante di Yoga e Meditazione della Tradizione Himalayana di Swami Rama e Swami Veda Bharati si è diplomata presso l’Himalayan Institute di Firenze. Il suo interesse è quello di integrare le due “scienze sorelle” Ayurveda e Yoga per offrire un sistema completo di prevenzione, benessere e trasformazione. Sviluppa percorsi di consapevolezza proponendo uno stile di vita che permetta di ritrovare il contatto con se stessi e di ritornare a vivere in armonia con la natura e i suoi ritmi. Istruttore certificato di MB- EAT (Mindfulness based Eating Awareness Training), offre percorsi di consapevolezza e conoscenza di sé nel rapporto con il cibo e il proprio corpo. Frequenta regolarmente corsi di approfondimento e specializzazione in Italia e in India.

Apr
6
Gio
Nessuna torna indietro – incontri online su Drigo, Serao, Deledda, De Céspedes
Apr 6@18:00
Nessuna torna indietro - incontri online  su Drigo, Serao, Deledda, De Céspedes
Giovedì 6, 13, 20, 27 aprile
dalle 18 alle 19

Nessuna torna indietro

incontri online

su Paola Drigo, Matilde Serao

Grazia Deledda, Alba De Céspedes

con

Claudia Brigato

 

Paola Drigo, Matilde Serao, Grazia Deledda, Alba De Cespedes. Quattro grandi scrittrici del 900 che attraverso uno sguardo coraggioso e libero e una scrittura indagatrice sono state testimoni del loro tempo, richiamandoci a riflettere su come ogni cambiamento sia possibile solo a partire dalla rivelazione del soggetto che osservando se stesso e la realtà racconta e si racconta. Lo spazio simbolico di una stanza tutta per sé rivendicato da Virginia Woolf, diventa, nell’opera di queste scrittrici lo spazio del “noi”, luogo di osservazione, denuncia, riflessione, affermazione nel mondo. Per comprenderci e raccontarci oggi è necessario tornare ad ascoltare la parola radicale delle madri che ci hanno rimesso al mondo attraverso la loro opera, insegnandoci un linguaggio capace di parlare di tutte e per tutte. Dalla parte di Lei come scrive Alba De Cespedes, una decisa dichiarazione d’intenti, ma anche in fondo, una speranza.

6.04. Paola Drigo
13.04 Matilde Serao
20.04 Grazia Deledda
27.04 Alba De Cespedes

 

Costo: 60 euro (il corso è riservato ai soci dell’associazione Virginia Woolf la cui tessera 2023 costa 20,00 euro).
Qui il modulo da compilare: Modulo Iscrizione 2023
Il corso si svolge su piattaforma zoom.
Per iscrizioni: scrivere a libreriadelledonnepadova@gmail.com indicando come oggetto “Conferma iscrizione corsoNessuna torna indietro” indicando nella mail il proprio numero di telefono. Posti limitati.
Il pagamento è da effettuare tramite bonifico bancario intestato all’Associazione Virginia Woolf, una volta ricevuta la conferma dell’avvio del corso.
Iban: IT54 U060 4512 1010 0000 5000 394

Claudia Brigato, laureata in Filosofia a Padova, specializzata in pedagogia clinica e in percorsi di educazione permanente.Collabora con l’Associazione Virginia Woolf tenendo corsi di scrittura e di approfondimento sulla scrittura eil pensiero delle donne.Per l’Enciclopedia delle Donne ha curato la voce Karen Blixen.Ha collaborato con varie riviste e testate on line, presente in miscellanee con contributi propri di prosa, saggistica e ricerca poetica.

Apr
11
Mar
Colette – gruppo di lettura
Apr 11@20:30–Apr 13@22:00
Colette - gruppo di lettura
Martedì  11 aprile IN LIBRERIA
Giovedì 13 aprile ONLINE
dalle 20.30

Colette, il gruppo di lettura di Lìbrati

si incontra su

Divorzi

di
Susan Taubes
(Fazi editore)
Quarta di copertina:

La storia di Sophie Blind comincia dalla fine: camminando per le strade di Parigi, la donna viene investita da un’automobile e perde la vita. Per lei è quasi una liberazione: da questa prospettiva privilegiata può osservare, rielaborare e intrecciare gli episodi della sua esistenza di adulta e di bambina, di ragazza e di intellettuale. Immigrata in America dall’Ungheria, figlia di uno psicanalista ebreo e nipote di un famoso rabbino conservatore, non crede in Dio né nella psicanalisi. Dopo anni di continui viaggi al seguito del marito, decide di porre fine a un matrimonio ormai soffocante; il marito in questione, filosofo donnaiolo, per tutta risposta le suggerisce di parlarne con l’analista. Mentre tenta di ottenere il divorzio, Sophie cerca anche di scrivere un romanzo, ma è costantemente disturbata dalle ingombranti figure maschili che le gravitano attorno. Nel frattempo ci racconta, con ironia, la storia della sua famiglia sullo sfondo delle vicende storiche ungheresi. Quando, dopo molti anni, tornerà nella sua città d’origine, anche le strade che conosceva non saranno più quelle che lei ricorda: saranno un sogno perduto, distrutto dalla guerra. E la sua sensazione di non appartenere ad alcun luogo ne uscirà ancora più rafforzata.
Attingendo alla propria esperienza, una vita itinerante sospesa tra Budapest e New York, passando per le fumose stanze d’albergo di Parigi, Susan Taubes compone un raffinato romanzo in cui con un’ironia spiazzante mette a punto un’intelligente disamina del patriarcato, vissuto da donna e da pensatrice.

«Un libro coraggioso, che rifiuta le risposte facili. Divertente, sexy e disperato».
«The New Yorker»

«Divorzi è materia da culto letterario. È vivido e mutevole, affascinante. Alcune opere vengono semplicemente ripubblicate: questa sembra più una resurrezione».
«The Paris Review»

«Il tempo e la storia, vissuti personalmente e collettivamente, sono soltanto due delle grandi idee sulle quali questo romanzo fa riflettere».
«The New York Times»

«Quest’audace romanzo soddisferà gli ammiratori dell’amica di Taubes, Susan Sontag, quelli di Notti insonni di Elizabeth Hardwick e quelli di Occhio di gatto di Margaret Atwood. Uno studio pungente sull’identità, il matrimonio, il sesso e le connessioni tra la storia di una famiglia e la storia di una nazione».
«Kirkus Reviews»

Per iscriversi agli incontri, o su zoom o in presenza, inviare una mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com. I posti sono limitati.