Recensione del libro

Dalla quarta di copertina

Una fine che si approssima e di cui si intravedono le crepe nella parete, questo è l’incombente senso di minaccia e l’anticipo di liberazione che si deve provare dentro un uovo, un guscio protettivo e autosufficiente dove ci si prepara alla sopravvivenza in un mondo esterno probabilmente pericoloso. E proprio in quest’uovo pronto a schiudersi sembrano vivere le donne ritratte in questi racconti da Margaret Atwood, ognuna di loro, come nella favola di Barbablù, ha una chiave per entrare in una stanza segreta e ha tutta l’intenzione di usarla. Magari per abbandonarsi a reminiscenzse seguendo un flusso che le conduce all’idillio di un’ultima lunga estate al riparo dalla vita adulta, trascorsa nei boschi a sfuggire da un fidanzato noioso oppure in un mare dove l’orizzonte è chiuso da ingombranti mercantili. Le Betty e le Loulou di questo mondo, impegolate come sono in complicatissimi ménage domestici, tentano di tenere tutto assieme rimandando l’inevitabile crollo, che sia con un gruppo di poeti sfaccendati che dipendono dall’unica donna della casa o dentro a una fragile esistenza fatta di colazioni accanto a un marito fedifrago.

In questi momenti in cui la fine dei tempi sembra farsi quotidiana, Atwood è ancora capace di sgretolare il rivestimento di cui sono circonfuse le nostre vite per metterne a nudo tic e manie, paure e slanci.

Dettagli prodotto

  • Collana : Racconti
  • Lingua : italiano
  • Anno : 2020
  • Pagine : 320
  • Formato :
  • Prezzo € : 18,00
  • Codice ISBN : 9788899767501

info autrice / autore

Margaret Atwood

Margaret Atwood (Ottawa, Canada) ha scritto oltre quaranta libri ed è considerata la madrina del genere distopico. Di recente ha visto il suo secondo Booker Prize con "I testamenti", ideale seguito dell'acclamato "Racconto dell'ancella", già devntato una delle serie tv di maggior successo degli ultimi anni. Nel 2018, Racconti ha pubblicato la sua prima raccolta, intitolata "Fantasie di stupro".