Incontri ed eventi

Restate sempre aggiornati sugli appuntamenti in libreria!


Dic
15
ven
Premiazione concorso “Trame d’infanzia”
Dic 15@17:00
Premiazione concorso "Trame d'infanzia"

Venerdì 15 dicembre ore 17.00

Lìbrati in collaborazione con Leggendaria

Premiazione concorso

“Trame d’infanzia”

 

Lìbrati in collaborazione con la rivista Leggendaria ha indetto quest’anno il concorso di racconti di donne Trame d’infanzia. Alla segreteria del concorso sono arrivati più di cento racconti. Le storie che sono pervenute hanno esplorato ciascuna, da un punto di vista originale, il vasto territorio dell’infanzia e le protagoniste e i protagonisti dei racconti, bambine e bambini reali o immaginati, hanno saputo appassionare e coinvolgere le giurate. Hanno partecipato al concorso donne di tutte le età e di provenienza diversa, da ogni regione d’Italia e alcune anche dall’estero.
I nomi delle autrici sono stati svelati alle giurate solo dopo la selezione dei racconti vincitori, garantendo così l’imparzialità di giudizio. La giuria composta da Emilia Bersabea Cirillo (scrittrice), Laura Capuzzo (libraia di Lìbrati), Saveria Chemotti (docente universitaria e scrittrice), Daniela Matrònola (poeta e critica letteraria) e Maria Vittoria Vittori (giornalista e saggista) ha selezionato i tre racconti vincitori che saranno pubblicati sulla rivista Leggendaria nel numero di dicembre. Oltre ai tre racconti vincitori, la giuria inoltre ha deciso di insignire di una speciale menzione di merito altri racconti che non sono rientrati nella terzina vincitrice.

I racconti che verranno premiati sono:

I tre racconti vincitori sono:

Il patto di Valentina Durante
Monte Lorazepam di Paola Tasca
L’anima di Leone di Adriana Tasin

I racconti che ricevono invece la menzione speciale della giuria sono:

Il varco di Monica Andreucci
Olivia la mucca di Cristina Biolcati
Danza di guerra di Annalisa Fantini
Giorni che restano di Anna Mainardi
La lingua di mia mamma di Federica Marzi
La bambina di fango di Elisa Meneghello
La guerra non è finita di Anna Paolucci
La quinta sorella March di Laura Ruzickova
Peromniaseculaseculò di Anna Lisa Somma
Tre volte Teresa di Paola Spigarelli
Bella Lina di Eleonora Tarabella

La premiazione si terrà venerdì 15 dicembre 2017.

Lìbrati, Via Barbarigo, 91- Padova, 049/8766239 libreriadelledonnepadova@gmail.com

Dic
19
mar
Colette, il gruppo di lettura di Lìbrati
Dic 19@20:30–21:30
Colette, il gruppo di lettura di Lìbrati

Martedì 19 dicembre ore 20.30

Colette

il gruppo di lettura di Lìbrati

si incontra

In questo nuovo incontro del gruppo di lettura di Lìbrati discuteremo insieme di “Ragazze elettriche” di Naomi Alderman e sceglieremo insieme il prossimo libro da leggere.

Colette è un gruppo aperto e tutte e tutti sono invitati a partecipare.

Gen
11
gio
Cineforum: Marie Antoinette di Sofia Coppola
Gen 11@19:00–21:00
Cineforum: Marie Antoinette di Sofia Coppola

Giovedì 11 gennaio alle 19:00

Cineforum, registe dal mondo

Marie Antoinette di Sofia Coppola

 

Ingresso con tessera Virginia Woolf

 

 

Prosegue il ciclo di incontri del Cineforum, Registe dal mondo, organizzato dall’Associazione culturale Virginia Woolf. Durante l’incontro assisteremo alla proiezione di Marie Antoinette di Sofia Coppola.

L’ingresso è riservato alle socie e ai soci dell’Associazione culturale Virginia Woolf.

Marie Antoinette è un film del 2006 diretto da Sofia Coppola. La pellicola rilegge in chiave pop la vita di corte di Maria Antonietta, sposa di Luigi XVI, re di Francia, dal suo difficile ingresso a Versailles nella primavera del 1770 sino allo scoppio della rivoluzione e al suo trasferimento al Palazzo delle Tuileries il 6 ottobre 1789.

Gen
20
sab
Lady Lazarus
Gen 20@17:00
Lady Lazarus

Sabato 20 gennaio 2018 ore 17.00

Festa di tesseramento dell’associazione Virginia Woolf

Lady Lazarus

Reading di poesie di Sylvia Plath

Letture di Laura Marchetti

L’associazione Virginia Woolf organizza per sabato 20 gennaio alle ore 17.00 una festa per il tesseramento 2018, ad ingresso libero.

Durante l’evento verrà fatto un reading di poesie di Sylvia Plath – una delle più grandi poete di sempre – tratte dalla raccolta “Ariel”. La lettura di ciascuna poesia sarà accompagnata da una breve nota introduttiva. Letture di Laura Marchetti.

Così parla Nadia Fusini della poesia di Plath, nella sua introduzione al Meridiano dedicato alle sue opere:

“Si tratta del miracolo per cui un io – puro soggetto della lingua – incarnato in un corpo di carne e di sangue, lo trasforma; si tratta di una vera e propria transustanziazione – parola che faccio fatica a scrivere per le sue risonanze teologiche, creazioniste. Ma di creazione si tratta, e come in ogni vera creazione – e vera creazione è quella poetica – accade l’ alchimia del passaggio da una sostanza a un’ altra, fino all’ oro puro, all’ oro colato di immagini che non sono di nessuno, perché sono di tutti – sono la risposta all’ “io” del “tu” assoluto, l’ altro preistorico, l’ altro indimenticabile, che abbiamo incontrato nell’ Ade da cui tutti veniamo (non andiamo), e molti di noi emergendo alla luce dimenticano. Non lo dimenticano i veri poeti, non lo dimentica Sylvia; la quale, anzi, vive per ricordare. In vita lei non fa che provare a ricreare in immagine le ombre della caverna. Ma il poeta che sappia trasferire nella voce umana la potenza dell’ ombra, non è detto che per questo l’ addomestichi. La poesia non addomestica nulla. Né rende migliori; chi la scrive, chi la legge non è migliore dopo. In questo senso, non serve a nulla. E’ puro piacere. E’ pura emozione. Dà godimento. Spaventa. Ci fa tremare le vene e i polsi, ci fa sporgere al di là, verso quel luogo dove bolle per noi qualcosa che ha a che fare con la «cosa», con la «cosa stessa»”.

 

 

Gen
28
dom
Gruppo di riflessione politica: Il Tribunale delle donne
Gen 28@10:00–12:00
Gruppo di riflessione politica: Il Tribunale delle donne

Domenica 28 gennaio alle ore 10:00

“Il femminismo che è stata la mia festa”

Gruppo di riflessione politica

Il Tribunale delle donne

 

Torna l’appuntamento con il gruppo di riflessione politica di Lìbrati. Durante questo incontro torneremo a discutere insieme dell’esperienza del Tribunale delle donne, costituitosi nella regione dell’ex Jugoslavia nel 2010. Ragioneremo insieme su questa pratica politica a partire dal libro Il tribunale delle donne. Un approccio femminista alla giustizia scritto dalle Donne in nero di Belgrado.

Dalla quarta:

Il Tribunale delle donne non emette sentenze, propone un nuovo approccio alla giustizia e soddisfa quei bisogni di verità che i tribunali istituzionali non prendono in considerazione. Formula condanne pubbliche e fa pressione sulla comunità internazionale, costruisce una storia alternativa delle donne che possono in questo modo trasformare il dolore vissuto in un’altra forma di ressitenza per costruire, nelle regioni devastate dai conflitti, spazi di convivenza democratica.

Per agevolare la discussione alleghiamo qui altri materiali utili che ci sono stati forniti dalle Donne in Nero di Padova.

Marianita De Ambrogio, Il tribunale delle donne: un approccio femminista alla giustizia, Sarajevo, 7 – 10 maggio 2015   Scarica allegato

Sara De Vido, Il Tribunale delle donne in Sarajevo. Una prospettiva giuridica internazionale tra democrazia e memoria collettiva  Scarica allegato

Lepa Mladjenovic, Storia del secondo festival della memoria delle donne violentate durante la guerra, Chimaltenango, Guatemala, 24-28 febbraio 2011  Scarica allegato

Gen
30
mar
Thé Letterario: Jane Eyre di Charlotte Brontë
Gen 30@17:00–18:00
Thé Letterario: Jane Eyre di Charlotte Brontë

Martedì 30 gennaio dalle ore 17.00 alle 18.00

Thé letterario

Jane Eyre

di

Charlotte Brontë

Nuovo ciclo di incontri del Thé letterario dedicato ai grandi romanzi della letteratura delle donne. Questo primo incontro del nuovo anno sarà su Jane Eyre di Charlotte Brontë, un vero e proprio capolavoro che tutte e tutti dovrebbero conoscere.

“Jane Eyre racconta la storia dell’educazione sentimentale di una giovane istitutrice inglese, orfana e di umili origini, che ottiene alla fine, dopo molte peripezie, la felicità in amore unendosi all’ardente, impetuoso Edward Rochester, suo padrone; con questa si intreccia una  precedente e tragica storia d’amore e follia che ha avuto per protagonisti Edward e Bertha, la donna strappata alla sua terra caraibica e relegata come pazza in una soffitta nella grande magione di Rochester: Thornfield Hall. Il romanzo è stato accolto con grande favore dal pubblico e da buona parte dei critici. E il favore e la popolarità sono durati a lungo e durano tuttora: ne fanno fede le molte edizioni, le traduzioni in tutte le lingue e la straordinaria serie di adattamenti cinematografici, televisivi, teatrali e musicali; basti qui ricordare i numerosi film e le serie televisive prodotte dalla BBC.”  (Dalla Postfazione di Remo Ceserani all’edizione Feltrinelli).

Introduzione  a cura di Laura Capuzzo.

L’incontro è riservato ai soci dell’associazione Virginia Woolf.

Durante l’incontro alle partecipanti e ai partecipanti verrà offerto del thé.

Ingresso 5,00 euro.